Terapia manipolatva osteopatica Borsite sottoacromiale

©STUDIO CIVITILLO borsite sottoacromiale

Definizione Nella spalla, tra il muscolo deltoide, il muscolo sovraspinoso e il processo acromiale della scapola è posta la borsa sottoacromiale. Quando è infiammata, la borsa assume dimensioni pari ad una pallina da golf. Eziologia Infiammazione di un muscolo adiacente Movimenti ripetitivi e biomeccanicamente non corretti possono causare infiammazione alla borsa che causa accumulo di fluido Una caduta sulla spalla che provoca disfunzione somatica della spalla o distretti adiacenti, o rottura del tendine del sovraspinoso, possono causare un versamneto all`interno della borsa che si infiamma Sintomi Il dolore si manifesta nella parte anteriore e superiore della spalla Diagnosi funzionale si esegue con Il test di conflitto è positivo (Neer), presenza di dolore alla palpazione, positività alla diagnosi osteopatica delle disfunzioni somatiche nel complesso anatomico scapolo omerale, scapolo  toracico e del rachide in particolare cervicale, esame RUSI della cuffia dei rotatori, per studiare la morfologia della muscolatura circostante alla borsa. La cura La persona-atleta deve effettuare riposo agonistico sport specifico, evitare situazioni che causano il dolore. L’ osteopata può effettuare il TMO delle disfunzioni somatiche presenti per un corretto funzionamento neurofisiologico e posturale, consigliare esercitazioni specifiche su basi di evidenza. Guarigione Quando la borsite è inquadrata con una tempistica rapida e viene trattata correttamente, la sintomatologia si risolve in 3 settimane circa, tuttavia la risposta di guarigione è sempre soggettiva, dopo le quali il ritorno alla partecipazione sportiva, ritorno allo sport specifico e ritorno alla performance  dipendono dal livello amatoriale o professionale dello sport praticato.

L’Iter Valutativo Terapeutico Osteopatico prevede cure Osteopatiche (Terapia Manipolativa Osteopatica)  correlata alla diagnosi e ai segni clinici delle disfunzioni somatiche del sistema muscolo scheletrico come nella Borsite Sottoacromiale.

L’Iter Valutativo Terapeutico Osteopatico utilizza la terapia manipolativa delle disfunzioni somatiche volte alla:

  • Riduzione del dolore e recupero della disabilità funzionale correlata;
  • Miglioramento della qualità di vita;
  • Rallentamento dell’evoluzione della malattia.

L’Iter Valutativo Terapeutico Osteopatico richiede normalmente di un periodo breve-medio di cure Osteopatiche e può essere integrato con altri esami e/o interventi sanitari, come ad esempio un piano educazionale e l’esercizio terapeutico. Bisogna evidenziare che le articolazioni sono organi del movimento, e quando una di esse funziona male compreso gli apparati connessi, si innescano dei meccanismi di compenso dei quali risente tutto l’organismo. La terapia manipolativa osteopatica, delle disfunzione somatiche correlate, integrato con altri esami e/o interventi sanitari può essere considerato un valido aiuto nella gestione del:

– dolore-disabilità;

– evoluzione della malattia-qualità della vita;

– meccanismi di compenso dell’organismo alla malattia.