Guida Paziente
 

Trattamento osteopatico e reflusso gastro esofageo


Registrazione



Sono Antonia A. avvocato di 48 anni dalla provincia di Caserta, ho sofferto da Novembre 2014 di reflusso gastro esofageo importante che non regrediva nemmeno con farmaci naturali, per evitare la gastroscopia sono andata da un medico omeopata il quale mi ha diagnosticato una candita intestinale che infiammava il cardias e quindi mi provocava il reflusso, ho fatto una cura di 40 giorni e più e il fastidio non era cosi evidente e forte, tranne in alcuni momenti che ritornava ad essere importante. Già dalla prima visita l'omeopata  mi diceva che oltre al problema della candita c'era un problema alla schiena che influiva sul reflusso, ed era una ulteriore causa del reflusso, poi dopo aver risolto la candita mi ha consigliato delle sedute osteopatiche. Devo dire che dopo le sedute osteopatiche la situazione è veramente migliorata, anche se nei primi giorni successivi ad ogni seduta il mio reflusso aumentava, ma il l'osteopata mi aveva avvisato che era una conseguenza possibile normale della seduta, quindi non mi sono preoccupata più di tanto. Addesso stò bene e tra altro ho risolto anche altri problemi cervicali e contratture varie avendo anche una lombo-sciatalgia alla gamba destra per la quale era stata già trattata dall'osteopata Claudio Civitillo. Attualmente devo dire che stò bene non'ostante il cambio di stagione che influisce su questa patologia





Registrazione



Sono Adele D. della provincia di Campobasso ho 36 anni e sono una lavoratirice autonoma, mi sono rivolta all'osteopata Claudio Civitillo per un problema di reflusso gastro esofageo resistente alla farmacoterapia diagnosticato dal mio medico, avevo reflusso la mattina con acidità, inappetenza e stanchezza fisica, ho effettuato la terapia manipolativa osteopatica per 3 sedute in circa 40 giorni e modificato la dieta, i sintomi sono migliorati e attualmente non ho bisogno di altri trattamenti




indietro

 
E-mail:
iscrivimi cancellami